Pubblicizzare la musica colta

Non è per nulla semplice pubblicizzare una serie di concerti di musica classica tramite la cartellonistica: il rischio è di cadere nella banalità con la foto del solito direttore che dirige l’orchestra.
A Torino (come si può vedere dalla fotografia) hanno puntato sui giochi di parole sostenuti dall’immagine: hanno, infatti, associato la parola tecnica “crescendo” alla maternità e la sagoma di uno strumento a corda al pancione. Uno degli slogan, infine, recita “La musica colta sul fatto” e gioca sul doppio significato della parola “colta” (acculturata e acciuffata).
Un bel risultato.