Web socialismo

Nel numero ora in edicola dell’edizione italiana di “Wired” Kevin Kelly (uno dei fondatori statunitensi della rivista) ricorda come il Web 2.0, fatto com’è di contenuti condivisi, di partecipazione, di collaborazione e di fruizione gratuita stia formando una nuova società socialista.
Kelly termina il lungo e articolato intervento con le parole seguenti:
Noi tendiamo a sottovalutare la capacità che hanno i nostri strumenti di ridisegnare il pensiero. Davvero crediamo di poter costruire collettivamente, e poi abitare mondi virtuali, tutto il giorno, tutti i giorni senza alcun effetto collaterale sulla nostra visione della realtà? La forza del socialismo online è in crescita. La sua dinamica si sta espandendo al di là dei flussi di elettroni e forse, chissà, arriverà alle elezioni.
Kevin Kelly, L’importante è partecipare, in “Wired”, n. 15, maggio 2010.