Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2011

Pulpiti, armadi e racconti

Penso che una persona pubblica dovrebbe anche essere una persona trasparente e dovrebbe agire sempre di conseguenza, ovvero, dovrebbe “fare ciò che dice”.
Penso che per le persone pubbliche anche il loro privato debba essere pubblico.
Chi decide di salire su un pulpito per mettersi a predicare, credo debba dimostrare di essere onesto intellettualmente e non debba mai ricorrere all’abusato “fate come dico, ma non fate come faccio”.
Credo che la predica debba sempre venire da un pulpito che non nasconde armadi pieni di scheletri.
Sono convinto che gli armadi delle persone pubbliche debbano sempre poter essere aperti e raccontati.
Ritengo che sia dovere della stampa aprire quegli armadi e documentarne il contenuto.
Armadi chiusi, racconti censurati e predicatori opachi sono il cancro delle democrazie libere e civili.
_____
Vedi anche Trasparente sempre e Outing

Saper scrivere è sempre più importante

Saper comunicare tramite un testo scritto diventa di giorno in giorno sempre più importante. Se, infatti, fino al decennio scorso, scrivere era attività tipica di un relativamente ristretto numero di persone, oggi non c’è praticamente persona che non scriva per comunicare. Infatti, si usa la scrittura per mandare sms ed e-mail, ma anche per pubblicare post o aggiornare il proprio “stato” su Facebook.
Saper scrivere vuol dire anche sapere adeguare la propria scrittura alle diverse occasioni nelle quali essa è essenziale. Scrivere un sms, infatti, è intuitivamente cosa diversa dallo scrivere una relazione aziendale, così come pubblicare un Tweet è cosa diversa da scrivere un sms, per quanto il numero di caratteri sia più o meno lo stesso.
Per poter scrivere bene nelle diverse occasioni è importante conoscere le diverse regole che i vari tipi di scrittura richiedono affinché il destinatario del messaggio scritto sia in grado di comprendere quanto trasmessogli.
Può essere utile, per districa…