Le parole della lingua italiana

Arriva in libreria lo Zingarelli 2012, celebre vocabolario della lingua italiana edito da Zanichelli.
Molti sicuramente hanno già in casa una vecchia edizione del vocabolario e, proprio per questo, non contempleranno neppure l’ipotesi di comprarne una più recente. Una posizione che può essere comprensibile per coloro che non adoperano la nostra lingua a fini professionali o di studio. Per chi, invece, usa la lingua italiana per lavoro o a scuola, un vocabolario aggiornato è una necessità: la lingua italiana, essendo una lingua viva, è in continuo aggiornamento.
Ma quanto è cambiata la lingua in questi ultimi anni? Me lo sono chiesto e ho provato a fare un piccolo confronto tra l’edizione 2005 e quella 2012 dello Zingarelli, aprendo a caso una pagina e vedendo che differenze ci sono.
Nell’edizione 2005 il lemma “paraorecchie” è il primo della pagina 1264. Resta il primo lemma della pagina anche nell’edizione 2012, ma compare a pagina 1603. Ora, se si considera il fatto che, in entrambe le edizioni, il primo lemma del vocabolario (“a”) compare a pagina 15, risulta lampante la differenza.
L’ultimo lemma di pagina 1264 dell’edizione 2005 è “parassitismo”, mentre nell’edizione 2012 l’ultimo di pagina 1603 è “parasole”. Nell’edizione più vecchia nella pagina 1264 compaiono 51 lemmi, mentre nell’ultima edizione, nella pagina 1603 ne compaiono 45.
Tra la voce “paraorecchie” e il lemma “parasole” nell’edizione 2012 ci sono ben tre lemmi nuovi non presenti nell’elenco del 2005: “parapedonale”; “paraponzi” e “parasociale”.
Ma al di là di tale rapido confronto, vale la pena dare un’occhiata ai numeri dell’edizione 2012: 143000 voci (di cui 1500 nuove rispetto all’ultima edizione), 72000 etimologie, 11600 citazioni letterarie, 1000 schede di sfumature di significato e la segnalazione di 2900 parole da salvare. Il tutto in un volume di 2720 pagine.
Lo Zingarelli 2012 è disponibile in versione integrale anche in DVD-Rom (per Windows), nel quale vi sono anche la trascrizione fonematica e la pronuncia sonora di tutte le parole; l’analizzatore morfologico e il Dizionario della lingua italiana di Niccolò Tommaseo. Inoltre è possibile consultare il vocabolario online (grazie alla licenza annuale), su iPhone, iPad e  iPod Touch.

Commenti