and the winner is - Ovvero: le donne in TV

Qualcuno ritiene, a mio avviso a torto, che chiedere che in TV le donne non siano sempre e solo mostrate nude e mute sia la nuova frontiera del moralismo.
Considero tale richiesta non solo legittima, ma doverosa: le donne, anche in TV, devono poter far sentire la loro voce, devono potersi esprimere. Essere se stesse e dare di sé l'immagine che desiderano, senza essere costrette al ruolo di corpi perennemente desiderosi di maschio.
La loro richiesta è equivalente a quella dei gay che chiedono di non essere rappresentati in TV sempre e solo come delle macchiette.
Sono esigenze di verità e se verranno accolte, a "vincere" sarà il telespettatore che avrà una rappresentazione della realtà più veritiera.

Commenti