Porta la vagina all'UCI Cinemas


In certi locali dove si cerca sesso le persone sono i loro genitali.
Ecco, allora, che, quasi sempre, le vagine entrano gratis o pagano un biglietto simbolico; i peni accompagnati da vagine pagano il prezzo scontato; i peni solitari pagano biglietto intero.
Il non detto che c’è dietro la promozione pare abbastanza chiaro e non sembra per nulla lusinghiero nei confronti delle donne:
  • se sei un pene in cerca di vagina sappi che hai pagato per averla, quindi non farti scrupoli;
  • se sei una vagina sappi che i peni hanno pagato per te, quindi mollala!
In ogni caso, ciò che pare chiaro dalla “comunicazione non espressa” è che la vagina è percepita come una merce di conquista per i peni (non prendendo in alcuna considerazione l’eventualità che vi siano vagine in cerca di vagine o peni in cerca di altri peni).

In certi locali in cui si cerca sesso le persone sono i loro genitali, ma al cinema?
Al cinema no! Dai al cinema!
Eppure…
Eppure in certi giorni e in certi cinema le persone sono i loro genitali.
Ecco, allora, spuntare promozioni ad hoc come, ad esempio, quella che si può leggere sul sito degli UCI Cinemas.

FEMMINE VS MASCHI - PROMO DONNA
Negli UCI Cinemas le donne sono le benvenute!  
Un giorno in settimana è riservato alle donne con una speciale promozione: sia per i film in 2D sia per quelli in 3D il biglietto costa solo 6 euro e se hai la UCI skincard il prezzo è addirittura di 5 €.
Controlla il giorno di validità di questa promozione nella pagina del tuo cinema preferito 
REGOLAMENTO:   
Promozione valida solo per le donne nei giorni e prezzi indicati nella rispettiva pagina Prezzi di ogni cinema.Non valida nei giorni festivi e prefestivi.La promozione è valida per tutti i film solo dopo il primo weekend di programmazione.Promozione presente in tutti gli UCI Cinemas d'Italia.[...]Non cumulabile con altre promozioni in corso. 
[https://www.ucicinemas.it/offerte/promozioni/ pagina visitata il 30.8.16]

Faccio abbastanza fatica a capire il non detto che c’è dietro la “Promo donna” in un cinema.
  • Forse si pensa che una vagina non sia in grado di capire appieno il film, quindi è giusto che paghi meno?
  • Forse i peni occupano più spazio all’interno delle sale e, quindi, è giusto che paghino prezzo intero?
  • Forse si pensa che le vagine, a differenza dei peni, non possono permettersi il costo di un biglietto intero?
  • Forse i peni, a differenza delle vagine, negli UCI Cinemas non sono “benvenuti”?

Ad ogni modo, resto dubbioso sulla validità di una comunicazione che fa fare le considerazioni appena esposte...

Commenti