Il TG che farei è quello che mi piacerebbe vedere in TV

Fossi chiamato a dirigere un TG ne confezionerei uno del tutto atipico per il panorama italiano.

L’edizione principale durerebbe un’ora in cui troverebbero spazio i grandi fatti internazionali e non solo quelli locali. 

Le notizie più importanti le farei commentare da un esperto del settore. Un esperto vero e non i soliti tuttologi che parlano anche di cose di cui sono venuti a conoscenza solo la mattina stessa. 
Agli esperti sarebbe chiesto anche di indicare agli spettatori cosa leggere o vedere per comprendere meglio il contesto nel quale si è svolto il fatto che stanno analizzando. 

Al fatto della settimana sarebbe dedicato un approfondimento o un’inchiesta realizzata da un team di giornalisti.

Ci si occuperebbe di politica italiana solo quando ci fossero delle notizie rilevanti, tipo leggi che interessano gran parte della popolazione. Nessuna concessione sarebbe data, invece, alle quotidiane dichiarazioni di questo o quello che, francamente, interessano solo a chi le fa.

Nessun servizio dedicato allo sport. Al massimo la comunicazione delle medaglie vinte dall'Italia nelle competizioni internazionali, tipo Olimpiadi.

Spazio, invece, alla cultura in genere, perché lo spettatore del mio TG sarebbe innanzitutto un cittadino colto davvero interessato a comprendere la realtà, cosa che si può fare meglio se la si legge attraverso le lenti di ingrandimento che la cultura regala a chi la pratica.

Spazio anche alla tecnologia e alla scienza, specie a quella che interessa la vita quotidiana delle persone.

Assolutamente da escludere la quotidiana amplificazione delle parole del papa o di altro leader religioso. Questo in ragione del fatto che ripetono sempre le medesime cose e, quindi, manca la notizia e, poi, perché il mio TG affronterebbe ogni tematica in modo assolutamente laico, disinteressandosi dell’opinione di questa o quella sottana.

Infine vietato categoricamente mettere qualsivoglia commento musicale ai servizi. Sono notizie e non intrattenimento.

Ovviamente, ogni notizia sarebbe costantemente aggiornata sul sito del TG, oltre che seguita nelle varie edizioni del telegiornale.

Ovviamente, il TG che dirigerei sarebbe quello che mi piacerebbe poter seguire in TV anche solo da semplice spettatore.

Commenti