Uno spot inconsapevolmente macabro

In questi giorni alcune pagine di periodici italiani sono state comprate dalla Grimaldi Lines per pubblicizzare le proprie crociere. Nulla di nuovo... Se non che tutti, chi più chi meno, abbiamo in mente il naugragio della Costa Concordia e un’immagine come quella che si riproduce qui, ne fa venire in mente subito un’altra (che ugualmente qui si pubblica).
Non si vuole insinuare che la Grimaldi stia facendo una sorta di pubblicità comparativa “subliminare”; bensì si sospetta che l’immagine che è stata scelta per suggerire l’idea di vacanza associata a una crociera, in questo momento sia inconsapevolmente un po’ macabra e, forse, anche un po’ controproducente per la Grimaldi: troppo “facile”, infanti, l’associazione mentale alla pratica dell’inchino.





Scrivi a Danilo Ruocco

Nome

Email *

Messaggio *