Un utile manuale per professionisti che pubblicano nel Web

Chi, da professionista, utilizza il Web per pubblicare notizie o contenuti propri non può prescindere dalla conoscenza dei social network e dall’utilizzo giornalistico che se ne può fare.

Barbara Sgarzi in Social Media Journalism edito da Apogeo ha, come recita il sottotitolo del volume, approntato un manuale per definire Strategie e strumenti per creatori di contenuti e news.
Si tratta di un saggio davvero ben fatto che, nonostante sia stato pubblicato a novembre del 2016, è ancora attuale in quanto, a parte il cambiamento di Twitter (che da 140 è passato a 280 caratteri) e di Storify che è in chiusura (cesserà le attività il 16 maggio 2018), gli strumenti in esso descritto sono tutti up to date.

Nel volume l’Autrice dà utili suggerimenti per ogni strumento analizzato, descrivendone i possibili utilizzi sia in fase di reperimento delle notizie, sia in quella della post-pubblicazione: ossia, per fare degli esempi, descrive come Twitter, Facebook o YouTube possono essere utilizzati sia per trovare materiali e mettersi in contatto con le fonti, e sia per mantenere viva la relazione con i propri lettori e diffondere i contenuti pubblicati.

Nel volume vengono analizzati i più importanti strumenti ora in circolazione: oltre ai social già citati, si descrivono gli utilizzi che sia i giornalisti e creatori di contenuti, sia le testate giornalistiche possono fare di Instagram, di Pinterest, di Periscope, di Snapchat e di LinkedIn o di app di messaggistica quali WhatsApp, Telegram e Messenger.
Ma si possono leggere anche validi consigli su uno strumento come la newsletter che sta tornando prepotentemente d’attualità.

Ma la validità del libro della Sgarzi si misura anche nei capitoli dedicati al fact checking (ossia la verifica e il controllo delle fonti); alla web reputation e alla content curation (ovvero la selezione e l’organizzazione dei contenuti propri e altrui disponibili online, al fine di creare nuovi contenuti che aiutino i propri lettori a farsi un’idea più precisa su un determinato argomento o fatto accaduto o in via di svolgimento).

Un manuale, quindi, quello della Sgarzi di cui si consiglia attenta lettura sia che si sia un creatore di contenuti, sia che si sia un giornalista.

Social Media Journalism è disponibile su Amazon 

Scrivi a Danilo Ruocco

Nome

Email *

Messaggio *